Sergio Silvestri, Direttore della Scuola Italiana di Antiriciclaggio&Risk management e European School of Banking management,

Silvestri (Dir. Scuola Antiriciclaggio): “Linee guida Agenzia delle Dogane innalzano livello dei controlli”

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

«Le linee guida antiriciclaggio – pubblicate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli secondo la nuova Direttiva Ue e la legge attuativa nazionale – prevedono un innalzamento del livello dei controlli nel settore dei giochi attraverso una serie di misure nuove e aggiuntive». E’ il commento rilasciato ad Agipronews da Sergio Silvestri, Direttore della Scuola Italiana di Antiriciclaggio & Risk management e European School of Banking management, in merito alla bozza del documento pubblicato da Adm in materia di contrasto al money laundering. «Le linee guida per il settore delle videolottery – aggiunge Silvestri – ribadiscono l’adozione di procedure che consentano di monitorare le singole operazioni riferite a ogni sessione di gioco, nel periodo temporale massimo di una settimana, e di controllare i comportamenti anomali legati all’entità elevata degli importi erogati rispetto a quelli puntati. Per far ciò occorrerà acquisire i dati identificativi del cliente all’atto della richiesta o dell’operazione di gioco. Si dovranno verificare i ticket superiori ai 500 euro di gioco ma anche i biglietti che indichino assenza di vincite, o una bassa percentuale delle stesse rispetto al valore del ticket stesso. Una misura per contrastare le cosiddette banconote dormienti». – Novità in arrivo anche per le agenzie di scommesse, ricorda l’esperto di antiriciclaggio, in particolare per le modalità di monitoraggio dei punti vendita: «I controlli sulle agenzie di scommesse prevederanno la valutazione, da parte dei concessionari, dei comportamenti di gestori e giocatori all’interno dei punti vendita in relazione a possibili frodi. Per far ciò dovranno rilevare alcune minacce specifiche come “la portabilità” delle ricevute delle giocate, e le possibili frodi sportive che potrebbero portare all’alterabilità delle quote». L’Agenzia delle dogane e dei monopoli, conclude, «controllerà l’effettiva adozione delle procedure e dei sistemi di controllo, attraverso apposite attività di verifica presso i concessionari. La mancata o insufficiente adozione di procedure e di sistemi di controllo previsti dal provvedimento (come pure l’utilizzo non adeguato) porterà all’irrogazione di specifiche sanzioni». Per illustrare e approfondire le nuove procedure che gli operatori dovranno seguire, la Scuola organizza un Master di formazione – che prenderà il via il 14 giugno – con due diverse modalità didattiche, riservato – tra l’altro – a figure manageriali quali Responsabili e specialisti di funzione Antiriciclaggio, delegati Antiriciclaggio, Responsabili e specialisti Legal, Responsabili Compliance e Internal Audit.

 

Fonte Agipronews