1-tar

Scommesse, in Sicilia e in Abruzzo via libera dai Tar a Ctd “sanati”

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

29 settembre 2015

ROMA – I centri scommesse collegati a operatori che hanno aderito alla “sanatoria” dei Monopoli di Stato hanno diritto a operare se hanno perfezionato la procedura di regolarizzazione: è quanto si legge in un’ordinanza del Tar Sicilia, che ha accolto con ordinanza cautelare la richiesta di sospendere lo stop ordinato dalla Questura a un centro scommesse di Catania. Improcedibili per carenza di interesse, invece, i ricorsi di presentati al Tar Abruzzo da altri due centri di Pescara, che in seguito alla regolarizzazione hanno rinunciato al contenzioso.
Non passano invece il vaglio dei giudici amministrativi abruzzesi i ricorsi di due centri collegati a operatori non “sanati”: i giudici, con sentenza, hanno ritenuto legittima la doppia autorizzazione chiesta dal “sistema concessorio-autorizzatorio, vigente nel nostro ordinamento”, così come i provvedimenti della Questura che avevano bloccato “l’attività di intermediazione”, vista l’assenza all’epoca del ricorso “di un titolo concessorio rilasciato dallo Stato italiano”.

Fonte Agipronews