1-maurizioughi

Maurizio Ughi: “Discriminazione non legittima una rete illimitata per bookie non autorizzati”

ROMA – Una discriminazione “vera o presunta” nella partecipazione ai bandi di gara per il mercato scommesse italiano non garantisce ai bookmaker non autorizzati “il diritto all’attivazione di un numero indefinito di negozi nel territorio italiano“. E’ quanto ribadisce Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, in risposta alle recenti dichiarazioni di Paolo Tavarelli, presidente
Continua a leggere...