UGHi per sito

Manovra, Ughi (Obiettivo 2016): “Provvedimento sbilanciato, il prezzo lo pagano solo gestori ed esercenti”

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

Un provvedimento “sbilanciato” che rischia di far pagare soltanto la parte bassa della filiera, vale a dire “esercenti e gestori di slot”: è quanto dichiara ad Agipronews Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, commentando i provvedimenti per il settore giochi che il Governo ha inserito nella manovra correttiva. “In particolare l’aumento al 19% del prelievo sulle slot – dice ancora Ughi – graverà solo sulle loro spalle. A rimetterci è sempre e solo chi sta a contatto col territorio, che deve farsi anche carico in prima persona delle esigenze di controllo e tutela, ad esempio del gioco minorile. In questo contesto, da una parte lo Stato cerca sempre di fare cassa, dall’altra le amministrazioni locali continuano a emettere provvedimenti che limitano l’attività delle sale”. Secondo Ughi “appare evidente che negli ultimi anni non sono certo i grandi concessionari a rimetterci, visto che nei bilanci annunciano sempre dati positivi, con crescita dei ricavi e della rete di accettazione. Ai concessionari l’aumento del prelievo non sposta nulla, a meno che non siano gestori delle proprie macchine, altrimenti questo aumento neanche lo vedono”. Leggermente differente l’aumento del prelievo sulle Vlt, che arriverebbe al 6% e che “alla fine inciderà sul consumatore finale, con una rimodulazione delle vincite che saranno più basse”. (Fonte Agipronews)