unnamed

Manovra, Baretta sui social “Primo passo riforma è realtà”, poi risponde alla Beccalossi

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

 Con un post sui social Pier Paolo Baretta, sottosegretario al Mef, comunica la sua soddisfazione per l’ emendamento alla manovrina in discussione ieri in commissione Bilancio alla Camera, in cui il governo anticipa al 30 aprile 2018, rispetto al 31 dicembre 2019 previsto dalla legge di stabilità 2016, l’annunciato taglio del 34% delle slot machine.

Baretta

“Ho presentato ieri in commissione Bilancio –  scrive Baretta – un emendamento al decreto legge sulla manovra correttiva che permetterà di anticipare al 30 aprile 2018 il taglio del 34% delle slot machine. Si tratta di un passo importante per il governo, un segnale di coerenza rispetto all’impostazione generale condivisa dal Parlamento e dalla Conferenza unificata di avviare un percorso di ristrutturazione e riduzione dell’offerta in materia di giochi”.

“L’Assessore Beccalossi  - si legge in una nota del sottosegretario all’Economia, Pier Paolo Baretta – accusa il governo di poco coraggio, ma volutamente tace sul contenuto della proposta del Governo: riduzione anticipata del 34% delle slot machine (che si realizza con un emendamento già presentato ieri in commissione Bilancio alla Camera dei Deputati); dimezzamento dei punti gioco in tre anni; introduzione della tessera sanitaria come condizione per giocare; certificazione necessaria per gestire un punto gioco; riduzione dell’introduzione massima da 500 a 100 euro per le Vlt; fasce di interruzione del gioco durante il giorno; introduzione delle distanze da luoghi sensibili. Ci vuole coraggio a dire che non abbiamo coraggio! L’insieme di queste proposte – conclude il sottosegretario – rappresentano una evidente novità importante nella posizione dello Stato. Non volerle condividere ed impedire la riforma vuol dire lasciare la situazione attuale che tutti, a parole, dicono che bisogna cambiare”.