30 marzo_manifestazione_gioco_roma_2

Manifestazione giochi a Roma, i lavoratori in piazza per chiedere la riapertura: “Basta discriminare il nostro settore”

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Made with Flare More Info'> 0 Flares ×

«Vogliamo essere equiparati agli altri settori, e non discriminati». Questo pomeriggio le lavoratrici e i lavoratori del settore dei giochi si sono radunati ancora una volta a piazza Montecitorio, a Roma, per chiedere un incontro col Governo e spingere per la riapertura delle sale giochi e di tutta la rete fisica, ferma da mesi a causa della pandemia. A guidare l’iniziativa le donne del settore, rappresentate da Antonia Campanella, presidente dell’associazione Emi Rebus e membro del comitato direttivo di Giocareitalia, che ha già promosso diverse manifestazioni per la ripresa delle attività. «Vogliamo essere equiparati alle altre attività e non discriminati – afferma Campanella – Ci auguriamo non solo di aprire quanto prima, ma anche di avere decreti sostegni adeguati. L’ultimo Decreto Sostegni, rispetto ai precedenti Decreti Ristori, toglie invece di dare. Visto che si parla di un Decreto Sostegni bis, ci auguriamo di ricevere un trattamento dignitoso. Nell’istanza che speriamo di protocollare oggi chiediamo indennizzi maggiori, almeno per il 70% delle perdite, e sostegni post riapertura, come un abbassamento dell’imposta unica e del Preu», conclude Campanella.

Fonte e foto Agipronews