slot machine

Ilgiornoaltoadige.it – Gioco d’azzardo, intervista al Dottor Cesare Guerreschi

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

11 novembre 2015

Il controllo sui giochi è inefficace, i fatti lo dimostrano. Lo Stato deve emanare norme di prevenzione. Il gioco deve essere consentito solo all’interno di specifici negozi con concessione dello Stato Italiano.

Leggiamo le parole del Dottor Cesare Guerreschi, Presidente S.I.I.Pa.C. – Società Italiana di Intervento sulle Patologie Compulsive al quotidiano online “Il Giorno dell’Alto Adige”

 

 Gioco d’azzardo: “I totem non solo legali, ma dimostrarlo sarà un’ardua impresa”

BOLZANO – “Sembra che si stia parlando di una novità, ma io avevo avvertito già nel 2013 che questi Totem sarebbero stati un guaio, perchè non sono ne legali, ne illegali” . A parlare è il Dottor Cesare Guerreschi, Presidente di S.I.I.Pa.C. – Società Italiana di Intervento sulle Patologie Compulsive, intervistato dalla redazione de “Il Giorno dell’Alto Adige”.

“Dopo due anni eccoci qui, che affrontiamo un altro problema, dopo la lunga e complessa battaglia affrontata per eliminare le slot machines dai bar”.  “Era il 1990″ racconta Guerreschi “Quando ho iniziato a parlare di gioco d’azzardo patologico. Tutti ridevano come i matti perchè allora sembrava un problema inesistente. Dopo 15 anni è diventata una piaga sociale che sarà quasi impossibile eliminare”.
Clicca qui per leggere l’articolo completo