Baretta

Delega fiscale, Pier Paolo Baretta (sottosegr. Economia): «Stop agli spot sul gioco fino alle 24»

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io Made with Flare More Info'> 0 Flares ×

20 aprile 2015

ROMA – «Non posso ipotizzare un divieto assoluto della pubblicità del gioco, ma sugli spot si può discutere», ad esempio prevedendo «l’eliminazione degli spot pubblicitari fino a mezzanotte». Lo ha detto il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta a L’Eco di Bergamo a proposito del decreto giochi della delega fiscale, che slitterà a giugno «per evitare che diventi materia di campagna elettorale». Ancora sul tavolo il tema della riorganizzazione territoriale delle sale: «Il quadro di riferimento deve essere uguale per tutti, ma nulla vieta di arrivare – ad esempio – a un’ipotesi basata sul rapporto tra abitanti e numero di sale» oppure «che a decidere dove localizzarle siano gli amministratori locali».

Al di là della fattibilità oggettiva un simile provvedimento, bisogna fare molta attenzione nel momento in cui si decide di intervenire sulla pubblicità: la limitazione, se male amministrata, potrebbe portare a una nuova discriminazione perché avrebbero la meglio i marchi già famosi e affermati sul territorio, e quelli che nel corso del tempo hanno potuto fare promozione, mentre i nuovi entrati non potrebbero avere lo stesso vantaggio. Bisogna, dunque, fare attenzione affinché una norma che punti a non incentivare il gioco non diventi una norma contro la promozione stessa di giochi e scommesse, altrimenti i nuovi operatori che dovrebbero entrare nel mercato nel 2016 lotterebbero ad armi impari con gli attuali operatori.

Clicca qui per vedere il servizio di bergamotv