1-maurizioughi

Condono Ctd, Maurizo Ughi (Obiettivo 2016): «Sanatoria passo avanti, ma serve revisione del sistema scommesse»

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

ROMA – I circa 2.400 punti scommesse che hanno aderito alla sanatoria prevista dalla Legge di Stabilità sono un passo avanti, ma secondo Maurizio Ughi – amministratore unico di Obiettivo 2016 – bisogna riflettere «sul perché chi è rimasto fuori non abbia voluto parteciparvi. Alcuni lo hanno fatto per una ragione di principio, altri perché ancora non convinti delle regole del nostro sistema, troppo poco orientate al mercato». Dunque Ughi fa i complimenti a chi ha aderito «perché adesso è diventato un valore aggiunto per l’economia. Ora però lo Stato deve riflettere sui successivi passi da compiere. E mi riferisco ai prossimi provvedimenti per il settore, già a partire dalla Delega Fiscale. Mi auguro che in questo senso si pensi a scrivere delle norme di carattere generale che possano incidere in maniera determinante, che possano invogliare chi è rimasto fuori da questa sanatoria a mettersi in gioco con le regole del mercato italiano. Una sorta di “tagliando” per una profonda manutenzione del sistema». Secondo Ughi, inoltre, il problema dei “transfrontalieri” non è stato solo quello di bandi «ritenuti discriminatori», ma anche un sistema che consentiva poca agilità rispetto ad altri Paesi: «la vera barriera all’ingresso nel nostro mercato è l’offerta ai giocatori. Che, se vanno in un’agenzia autorizzata e chiedono qualche scommessa particolare, si sentono dire di no, nonostante il mercato si sia evoluto in questo senso, mentre andando altrove vengono soddisfatti». Infine Ughi si augura un allargamento dell’offerta «sempre tenendo conto della tutela della salute dei giocatori e dell’ordine pubblico. Spero che per una volta, piuttosto che copiare noi dagli altri, si scrivano delle norme così efficaci che gli altri ce le copieranno».

Fonte Agipronews