obiettivo_editorFrancesca Perrone

All articles by obiettivo_editor

 

Giochi, il dossier del Servizio Studi della Camera sulla tassazione: “Crollo delle entrate nel 2020 ma ripresina (+5,8%) nei primi 4 mesi del 2021″

Nel periodo gennaio-aprile 2021, «le entrate relative ai giochi ammontano a 3.547 milioni di euro (+193 milioni di euro, +5,8%)». È il dato riportato dal dossier del Servizio Studi della Camera su “La tassazione in Italia: lo stato dell’arte”, aggiornato a oggi, che analizza «l’impatto che l’emergenza pandemica sta avendo sulle entrate tributarie del nostro
Continua a leggere...  

Riaperture, Speranza (min. Salute): “Oggi l’ordinanza, il 99% del Paese in zona bianca”. Da lunedì riaprono altre 6mila sale giochi

Oggi si riunirà la cabina di regia in seguito alla quale il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà le ordinanze che «ci faranno fare un altro passo in avanti: il 99% dell’Italia arriverà in zona bianca». Lo ha confermato il ministro, intervenendo in un convegno al Senato. Da lunedì quindi anche Sicilia, Marche, Toscana, Provincia
Continua a leggere...  

Decreto Riaperture, Senato: ok del Governo a odg Forza Italia su ripresa delle attività di gioco nei pubblici esercizi

Il Governo ha accolto l’ordine del giorno di Maria Alessandra Gallone (Forza Italia) al Decreto Riaperture, che impegna l’Esecutivo «a valutare l’opportunità di adottare – nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica – misure volte a prevedere che siano consentite le attività di gioco pubblico, svolto nei negozi e nei punti di gioco, nelle sale
Continua a leggere...  

Commissione di inchiesta sul gioco, Senato: 29 emendamenti in Commissione Finanze, al voto entro la settimana

Sono 29 gli emendamenti alla proposta di istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul settore del gioco pubblico in Italia e sul contrasto del gioco illegale, assegnata alla Commissione Finanze del Senato. Lo apprende Agipronews da fonti istituzionali. Il termine per la presentazione è scaduto alle 18 di ieri. La proposta prevede la creazione
Continua a leggere...  

Riaperture, Speranza (min. Salute): “Da lunedì Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e provincia di Trento in zona bianca”

«Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte, Puglia e la provincia autonoma di Trento andranno in zona bianca, a breve firmerò un’ordinanza. Siamo nella direzione giusta e nel verso giusto». Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel corso della conferenza stampa di aggiornamento sulla campagna vaccinale. Si va quindi verso la riapertura di circa 6.500 sale
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi: “E’ sbagliato fare la gara per l’online senza avere prima un quado normativo di carattere generale”

“Ad oggi è inutile parlare della distribuzione territoriale dei punti di gioco, in quanto ADM in questo momento non ha la possibilità di poter decidere nulla, non essendo proprietaria del territorio. L’Amministrazione può rilasciare le concessioni, decidere le regole sui prodotti di gioco, cosa vendere o non vendere su un determinato canale, ma non può
Continua a leggere...  

Decreto Riaperture, Camera: via libera alla fiducia, nel testo la ripresa delle attività di gioco dal 1° luglio in zona gialla

Con 466 voti favorevoli, l’Aula della Camera ha votato la fiducia sul Decreto Riaperture, nel testo già approvato dalla Commissione Affari sociali, che prevede che, «dal 1° luglio 2021, in zona gialla, siano consentite le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente,
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, Mef: incassi dimezzati nei primi quattro mesi del 2021, il “buco” per le casse dello Stato sfiora un miliardo

Quarto mese di lockdown per sale giochi e scommesse e il “buco” per le casse dello Stato sfiora un miliardo: gli incassi di lotto, lotterie ed altre attività di gioco sono stati pari a 938,1 milioni di euro, -50,1% rispetto agli 1,8 miliardi dei primi quattro mesi del 2020, praticamente 942 milioni di euro in
Continua a leggere...  

Riapertura sale giochi, Durigon (Sott. Mef): “Accordo Governo-regioni consente ripartenza anticipata in zona bianca, per concessioni scommesse soluzione transitoria”

Il settore giochi riapre prima della data fissata dal Governo – il primo luglio – seguendo un andamento “a macchia di leopardo”, a seconda dell’andamento dei contagi nelle regioni. Dove arriva la zona bianca, che significa meno di 50 contagi ogni 100mila abitanti per tre settimane consecutive, tutte le attività (sale giochi incluse) potranno riaprire.
Continua a leggere...  

Giochi, Durigon (Mef): “Tempi maturi per una riforma complessiva, fermo contrasto all’illegalità e regole omogenee per il settore”

«I tempi sono maturi per una riforma complessiva delle regole che disciplinano il mondo del gioco. Fermo contrasto all’illegalità, razionalizzazione della normativa, garanzia di regole omogenee per l’intero settore: queste sono le nostre linee guida per un intervento complessivo che dia nuovo impulso al settore. Siamo già al lavoro per realizzarlo». Così in una nota
Continua a leggere...  

Da lunedì Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia in zona bianca: sale giochi, scommesse e bingo pronte a ripartire dopo 7 mesi di stop

Da lunedì 31 maggio, Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia saranno in zona bianca: il ministero della Salute rende noto che «il ministro Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in giornata la nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 31 maggio». Le tre regioni entreranno così
Continua a leggere...  

Ughi (GiocareItalia) : “Per gli Europei il governo dovrebbe emanare un Decreto ad hoc per modificare le precedenti date”

“Le dichiarazioni del sottosegretario al Ministero dell’Economia e Finanze, Claudio Durigon, in merito ad una riapertura delle attività di gioco prima dell’inizio degli Europei mi vedono ovviamente d’accordo, poiché non farci aprire in quei 20 giorni sarebbe una vera cattiveria. Il problema è il come renderlo possibile. Il governo dovrebbe fare un nuovo decreto prima
Continua a leggere...  

Riaperture sale – Maurizio Ughi (Agisco) su Italia Oggi: “Lo slittamento a inizio luglio è un grosso danno per le sale”

Debutta oggi con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n.117 del 18 maggio) il nuovo decreto legge «Riaperture» approvato lunedì dal consiglio dei ministri. Il mondo del betting avrebbe voluto riaprire prima per sfruttare l’effetto traino dei campionati Europei di calcio che inizieranno I’11 giugno. «Abbiamo una data di riapertura, e considerato che fino a oggi
Continua a leggere...  

Riaperture sale giochi, Ughi (Agisco): “Slittamento a inizio luglio decisione superficiale, senza gli Europei grande danno per gli operatori”

«Abbiamo una data di riapertura, e considerato che fino a oggi il Governo non aveva mai parlato di giochi è un aspetto positivo. Tuttavia, nessuno ha focalizzato l’attenzione sulla nostra attività e sul suo funzionamento e questo è un messaggio negativo». Così ha detto Maurizio Ughi, vicepresidente di Agisco, commenta il decreto legge sulle nuove
Continua a leggere...  

Riaperture al 1 Luglio, Maurizio Ughi su QN: “cattiveria assoluta del mondo politico verso il settore dei gioco pubblico”

Dal primo luglio via libera a casinò e sale scommesse La road map decisa nella cabina di regia prevede la riapertura dal 1 luglio delle attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò. Non si erano arresi all’incertezza i 150mila addetti del gioco pubblico in concessione, addetti della distribuzione specializzata, delle sale bingo,
Continua a leggere...  

Riaperture, cabina di regia: sale giochi e scommesse dal 1° luglio

Via libera alle riaperture e graduale abolizione del coprifuoco: sale giochi e scommesse, bingo e casinò, secondo quanto  apprende agipronews, dovrebbero riaprire dal 1° luglio. Dal 1° giugno i ristoranti e i bar potranno aprire anche al chiuso, l’apertura delle palestre è anticipata al 24 maggio, quella delle piscine al chiuso è prevista per il
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown: buco da 20 milioni al giorno, nel 2021 già persi dallo Stato 3 miliardi di euro

Ogni giorno di lockdown delle sale giochi e scommesse costa alle casse dello Stato circa 20 milioni di euro, tra i 600 e i 650 milioni di euro al mese: è la stima elaborata da Agipronews delle mancate entrate del settore, ormai chiuso dallo scorso 26 ottobre a causa della pandemia di Covid e ancora
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, sindacati in piazza a Roma: “Lavoratori a rischio, serve data di riapertura”

Riaprire un settore in lockdown ormai da fine ottobre ed evitare il collasso del comparto. I lavoratori del gioco pubblico tornano in piazza a Roma anche oggi, stavolta con la mobilitazione promossa dai sindacati nazionali di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. La giornata di mobilitazione nazionale #IlLavoroVince ha come punto di incontro piazza
Continua a leggere...  

Riaperture, Draghi: “Serve approccio graduale, cabina di regia lunedì 17 maggio a Palazzo Chigi”

«Dobbiamo essere attenti a bilanciare le ragioni dell’economia con quelle della salute. Il Governo intende adottare un approccio graduale e allentare le restrizioni a seconda dell’andamento epidemiologico e della campagna vaccinale». Lo ha ribadito il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in Aula alla Camera, rispondendo a un’interrogazione sulle riaperture per il settore del wedding. La
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi a Roma, Ughi (Agisco): “Siamo stufi di stare chiusi, nessuno ha il coraggio di rappresentarci”

“Siamo stufi di stare chiusi, ma siamo stufi anche di chi ci promette aiuto e poi non mantiene le promesse fatte. Nessuno ha il coraggio di rappresentarci, nessuno fa nulla. Siamo attività di intrattenimento, come lo sono i ristoranti”. Lo ha detto Maurizio Ughi, vicepresidente di Agisco, dal palco della manifestazione dei lavoratori del settore
Continua a leggere...  

Manifestazione a Roma, le “Donne del gioco” a Montecitorio per chiedere la riapertura del settore

Le “Donne del Gioco” scendono nuovamente in piazza per chiedere la riapertura del settore giochi, fermo da più di 300 giorni a causa delle misure per il contenimento dell’epidemia da Covid-19. L’appuntamento è fissato per le ore 15 quando, in piazza Montecitorio, si riuniranno – insieme a imprenditori, dipendenti, sigle sindacali – per protestare contro
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, mercoledì protesta dei lavoratori a Lecce per chiedere la riapertura

Anche a Lecce si unisce alla protesta del settore gioco legale: i sindacati e una delegazione di lavoratori saranno in piazza mercoledì per denunciare la situazione drammatica di un intero settore ormai fermo dallo scorso ottobre. La mobilitazione indetta da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil si terrà davanti alla sede della Prefettura a
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, in corso a Roma la protesta dei lavoratori sul Grande Raccordo Anulare

È in corso presso stazione di servizio Casilina Esterna, nei pressi del Grande Raccordo Anulare a Roma una nuova manifestazione dei lavoratori di giochi e scommesse, tornati a chiedere la riapertura delle attività. «Non vogliamo arrenderci per far prevalere il nostro diritto al lavoro», si legge in una nota della Confederazione Noleggiatori Italiani. Gli operatori,
Continua a leggere...  

Decreto Sostegno, Servizio Studi Senato: “Proroga dei termini di versamento del preu per slot e vlt, si pagherà a ottobre, novembre e dicembre”

L’articolo 6-bis del Decreto Sostegno, proposto in sede referente, nel corso dell’esame nelle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato, “proroga i termini di versamento del Preu sugli apparecchi da intrattenimento videolottery e newslot e del relativo canone concessorio della restante quota del quinto bimestre 2020″. Lo ricorda il Servizio Studi del Senato nel dossier sugli
Continua a leggere...  

Decreto Sostegno, Durigon (Mef): “Ottenuto rinvio del preu, continua il lavoro su proroga concessioni. Allo studio contributo 0,1% da giochi per famiglie meno abbienti”

«Ieri sera abbiamo chiuso i lavori sul Decreto Sostegni 1, ottenendo il risultato di posticipare il pagamento del preu. Naturalmente siamo coscienti che c’è anche il tema delle proroghe delle concessioni sul tavolo, ci stiamo confrontando con i tecnici, con l’Agenzia delle Dogane e con la Ragioneria dello Stato, ma occorrerà più tempo per riuscire
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, l’11 maggio il settore in piazza a Montecitorio: “Chiediamo riapertura, sostegni e moratoria delle leggi regionali”

Il settore del gioco pubblico tornerà in piazza di Montecitorio a Roma l’11 maggio per chiedere la riapertura della rete fisica e sostegni alle imprese. Come rileva agipronews è quanto annuncia in una nota il comitato “Donne in gioco”. «Dopo 300 giorni di chiusura in meno di 14 mesi, il settore rischia il collasso e
Continua a leggere...  

Giochi nel Lazio, deciderà la Giunta Zingaretti: la proroga a giugno nel “Collegato”, senza modifica a rischio 7mila posti di lavoro

Sarà la Giunta regionale del Lazio a proporre la proroga degli effetti della legge regionale sul gioco, fissata a fine agosto. Al termine dell’incontro di giovedì con gli operatori del settore, il capo di Gabinetto del presidente Zingaretti – Albino Ruberti – ha aperto alla richiesta del settore di intervenire sulla norma introdotta lo scorso anno,
Continua a leggere...  

Giochi nel Lazio, oggi la manifestazione dei lavoratori per chiedere la modifica del distanziometro regionale

Oggi, giovedì 29 aprile alle 15, davanti la sede dalla Giunta della Regione Lazio, si terrà la manifestazione “Non lasciate il Lazio alle mafie” promossa dalle associazioni “Lavoratori del gioco pubblico” e “Donne in gioco”. Un modo, da parte dei lavoratori, per chiedere un confronto con le istituzioni regionali, comunali, con le associazioni civiche, antiusura
Continua a leggere...  

Giochi nel Lazio, i lavoratori a Zingaretti: “Se ci mandi a casa, le mafie ringraziano”. Il 29 aprile la manifestazione sotto la sede della Giunta regionale

Sarà aperto dallo striscione ‘Zingaretti, se ci mandi a casa le mafie ringraziano’ la manifestazione “Non lasciate il Lazio alle mafie”, a cui parteciperanno i lavoratori, le imprese e le associazioni del gioco pubblico e che si terrà sotto la sede della Giunta Regionale giovedì 29 aprile a partire dalle 15. «Sono moltissime le adesioni
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, il 12 maggio in tutta Italia giornata di mobilitazione dei lavoratori

È in programma il 12 maggio la giornata di mobilitazione nazionale del settore del gioco legale. È quanto si legge in una nota del sindacato Fisascat Cisl inviata alle strutture regionali. «Le norme emanate dal Governo Conte e ora dal Governo Draghi, che stanno definitivamente compromettendo l’occupazione di un intero settore produttivo, sembrano più di
Continua a leggere...  

Decreto Sostegni bis, il Mef accelera i lavori dopo la stesura del Recovery Plan

 Il Mef accelera i lavori sul decreto Sostegni Bis in seguito alla stesura del Pnrr. Ben 5 dei 40 miliardi di euro del dl sono destinati agli investimenti extra-Recovery plan per il 2021. L’approdo in Consiglio dei ministri non arriverebbe prima della prima settimana di maggio. SOSTEGNI: saranno 22 miliardi le risorse del dl destinate
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, Consiglio di Stato conferma lo stop delle sale: appuntamento al 20 maggio per valutare il decreto legge del Governo

No alla riapertura delle sale da gioco. Il Consiglio di Stato conferma la linea sui ricorsi presentati dagli operatori del settore, stavolta con il decreto monocratico firmato dal giudice Michele Corradino contro i provvedimenti governativi che hanno prolungato lo stop delle attività. «Le esigenze economiche degli appellanti, pur primarie e meritevoli di protezione, devono necessariamente
Continua a leggere...  

Giochi, Durigon (Mef): “Abbiamo attivato le procedure per la riapertura delle sale, protocollo inviato al ministero della Salute”

«Abbiamo attivato tutte le procedure per chiedere riapertura formale delle sale slot, inviando anche al ministero della Salute il protocollo approvato dai gestori». Lo annuncia il sottosegretario all’Economia, Claudio Durigon, in una nota. «Per il settore la situazione è drammatica. Dopo quasi 300 giorni di chiusura e una perdita di gettito per l’Erario di oltre
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, Tar Lazio conferma le chiusure fino a fine aprile

Il Tar Lazio respinge ancora i ricorsi degli operatori di gioco contro il decreto legge del 1°aprile scorso che, per contrastare l’emergenza epidemiologica, ha confermato la chiusura di tutte le attività del settore fino al 30 aprile aprile. I giudici hanno valutato «non palesemente illogico o irragionevole» lo stop, «avendo l’amministrazione effettuato una valutazione inerente
Continua a leggere...  

Coronavirus, giochi ancora in stand-by. Speranza (min. Salute): “Nelle prossime settimane programmeremo le riaperture delle attività non all’aperto”

«Possiamo disegnare con cautela un percorso di riapertura graduale» delle attività «che dia un segnale di ripresa al Paese già dal 26 aprile», partendo da un dato di «evidenza scientifica affermato nelle ultime analisi, cioè che all’aperto c’è difficoltà nella diffusione del contagi». Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nel corso della
Continua a leggere...  

Def 2021, Governo: “Scostamento di 40 miliardi a sostegno dell’economia e delle imprese”

Il Governo richiederà l’autorizzazione al Parlamento «al ricorso all’indebitamento di 40 miliardi di euro per il 2021 e di circa 6 miliardi di euro medi annui per il periodo 2022-2033, principalmente finalizzati a finanziare spese per investimenti pubblici». È quanto si legge nella nota del Consiglio dei Ministri che ieri ha approvato il Documento di
Continua a leggere...  

Manifestazione Fipe-Confcommercio, Cangianelli (EGP): “In 14 mesi perso il 70% del fatturato, serve riapertura già da maggio”

«Le attività sono state chiuse per 10 mesi negli ultimi 14. Questo ha comportato in media una perdita del 65-70% in meno del fatturato atteso nello stesso periodo, mentre i sostegni e gli indennizzi ricevuti non superano il 5%». Lo ha dichiarato Emmanuele Cangianelli, presidente dell’associazione Esercenti Giochi Pubblici (Egp) aderente a Fipe, a margine
Continua a leggere...  

Coronavirus, la possibile “road map” delle riaperture a partire da fine aprile per le Regioni che avranno numeri da zona gialla

Prima i ristoranti all’ora di pranzo, poi cinema, teatri e musei, a seguire i bar, le palestre e le piscine: potrebbe essere questa la “road map” delle riaperture a partire da fine aprile, per le Regioni che avranno numeri da zona gialla. Dopo il prossimo monitoraggio sulla diffusione del Covid, si individueranno le regioni con
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi Roma, le donne del gioco: “Siamo il presidio della legalità, serve data per la riapertura”

«Liberate il gioco legale». Così recitano le casacche indossate dai manifestanti che stamattina si sono dati appuntamento a Trastevere, davanti alla sede dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di piazza Mastai, per chiedere la riapertura delle sale giochi e di tutta la rete fisica, ferma ormai dallo scorso ottobre. È una manifestazione quasi tutta al
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi a Roma, domani lavoratrici di nuovo in piazza per la riapertura del settore giochi

Lavoratrici del gioco di nuovo in piazza per tornare al lavoro. Dopo l’ultima manifestazione, andata in scena il 31 marzo davanti a palazzo Montecitorio, il comitato delle “Donne in gioco” sarà domani in piazza Mastai a Trastevere, per manifestare davanti alla sede dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. L’obiettivo è un incontro con il governo
Continua a leggere...  

Coronavirus, verso la nuova cabina di regia del Governo: si valutano riaperture dopo il 20 aprile

Potrebbe essere convocata la prossima settimana la cabina di regia del Governo per valutare la programmazione di possibili riaperture di alcune attività dopo il 20 aprile, sulla base di un’eventuale miglioramento dei dati epidemiologici. Il provvedimento, secondo quanto riporta l’Ansa, dovrebbe essere contenuto in una delibera che dovrebbe essere approvata in Consiglio dei Ministri. RED/Agipro
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi a Roma, i lavoratori in piazza per chiedere la riapertura: “Basta discriminare il nostro settore”

«Vogliamo essere equiparati agli altri settori, e non discriminati». Questo pomeriggio le lavoratrici e i lavoratori del settore dei giochi si sono radunati ancora una volta a piazza Montecitorio, a Roma, per chiedere un incontro col Governo e spingere per la riapertura delle sale giochi e di tutta la rete fisica, ferma da mesi a
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi a Roma, i lavoratori del settore legale domani tornano in piazza a Montecitorio per chiedere la riapertura

Le lavoratrici e i lavoratori del settore giochi tornano in piazza Montecitorio a Roma, domani dalle 15, per chiedere la ripresa delle loro attività. L’obiettivo, spiega agipronews, è ottenere un incontro urgente col Governo per sollecitare la riapertura della rete fisica, ferma ormai dallo scorso ottobre. In prima linea, ancora una volta, le donne del
Continua a leggere...  

Giochi, le associazioni di settore scrivono a Mef e Adm: “Posticipare il versamento del Preu, o ripercussioni drammatiche per il settore”

Posticipare il versamento del Preu e del canone concessorio del quinto bimestre 2020 per evitare pesanti ripercussioni economiche sul comparto degli apparecchi da gioco. È quanto chiedono le principali associazioni di settore – Associazioni, Sistema Gioco Italia e As.Tro Assotrattenimento aderenti a Confindustria, Fiegl-Federazione Italiana Esercenti Gioco Legale aderente a Confesercenti e Acadi-Associazione Concessionari dei
Continua a leggere...  

Conferenza stampa Draghi, Coronavirus: “La decisione sulle riaperture dipende dai dati. No a zone gialle fino al 30 aprile”

«È desiderabile riaprire, ma la decisione dipende esclusivamente dai dati a disposizione». Lo ha detto il premier Mario Draghi, nel corso di una conferenza stampa convocata al termine della cabina di regia di questa mattina, rispondendo a una domanda sulle affermazioni del leader della Lega, Matteo Salvini, sul fatto che non sia pensabile tenere il
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, domani l’assemblea nazionale dei sindacati per la mobilitazione dei lavoratori

È in programma domani l’assemblea nazionale di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs sulla mobilitazione per la ripresa del settore gioco legale. È quanto ricorda una nota dei sindacati. «Più di 150mila lavoratori dipendenti del settore del gioco legale, della distribuzione specializzata, delle sale Bingo, delle case da gioco, delle sale scommesse e gaming halls
Continua a leggere...  

DL Sostegni, Maurizio Ughi: “Siamo stati obbligati a chiudere, non vogliamo l’elemosina”

“Il Dl Sostegni è assolutamente insufficiente per il nostro settore, non sono stati presi in considerazione quei codici di attività (ATECO) che per ordine stesso dello Stato sono stati costretti a chiudere. Un conto è dare un sostegno a chi ha diminuito il proprio fatturato, un altro è aver visto crollare il fatturato perché è
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi a Torino, Preioni (Lega): “Settore legale non deve essere criminalizzato, al lavoro per eliminare retroattività della legge”

  ROMA – «Lavoreremo per eliminare la retroattività» della legge regionale del Piemonte sul contrasto del gioco patologico «attualmente in vigore», che «ha fatto sì che tante attività legali fossero chiuse. Il settore non deve essere criminalizzato». Lo ha assicurato Alberto Preioni, consigliere regionale della Lega in Piemonte, in un video pubblicato sulla sua pagina
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, Ceotto (Fisascat Cisl): “Con il Governo confronto inesistente, urge dialogo o il settore si disgregherà”

«Il confronto con le istituzioni è sempre più urgente, se non ci ascoltano devono sapere che il settore del gioco legale si disgregherà e non credo sia questa la loro strategia». Il segretario nazionale della Fisascat Cisl, Mirco Ceotto, fa il punto dopo gli ultimi provvedimenti governativi, che tra le misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica
Continua a leggere...  

Manifestazione a Torino, i lavoratori del gioco legale scendono in piazza

I lavoratori del gioco legale scendono in piazza a Torino per protestare contro la legge piemontese numero 9 del 2 maggio 2016 che disciplina l’esercizio degli apparecchi da intrattenimento, sia slot che videolottery. L’installazione delle macchine, infatti, è vietata in locali che distano meno di 300 metri, in particolare nei comuni con popolazione fino a 5mila abitanti,
Continua a leggere...