obiettivo_editorFrancesca Perrone

All articles by obiettivo_editor

 

Ughi (Obiettivo 2016) ad Agimeg: “Comunicazione sul settore ippico fondamentale, soprattutto se riguarda attività sportiva”

“E’ giusto fare comunicazione sull’attività sportiva ippica, che è l’unica negli anni a non essere stata pubblicizzata, neanche sotto l’Unire. L’importante è che si faccia sull’attività sportiva e non sulle scommesse, che poi ne saranno una diretta conseguenza”. E’ quanto ha dichiarato ad Agimeg Maurizio Ughi, Amministratore Unico di Obiettivo 2016, a seguito della pubblicazione,
Continua a leggere...  

Manovra, Ughi (Obiettivo 2016): “Nuove tasse sui giochi? Finanzieremo il reddito di cittadinanza”

«E’ un primo passo per finanziare il reddito di cittadinanza!». Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, usa il sarcasmo per commentare le ultime misure del Governo in materia di giochi, con un aumento della tassazione per tutti le principali offerte legali. «E’ il Governo del cambiamento che continua a cambiare idea: vuole il reddito
Continua a leggere...  

Chiusura Capannelle, Ughi (Obiettivo 2016): “Lo stop colpo grave per l’ippica e per Roma, così l’ippodromo perde valore”

Lo stop delle corse a Capannelle «è un colpo molto grave per l’ippica». Maurizio Ughi – amministratore unico di Obiettivo 2016 e storico esponente del settore – commenta la decisione di Hippogroup Roma di non avviare l’attività di corse nel 2019. Una decisione presa in seguito alla posizione assunta da Roma Capitale, che ha deciso
Continua a leggere...  

RESTO DEL CARLINO CESENA : Un corteo di cavalieri per l`ultimo saluto a Grassi

Tantissima gente è passata ieri mattina all’ippodromo del Savio per l’ultimo saluto a Tomaso Grassi, presidente di Hippogroup Cesenate, deceduto lunedì scorso all’ospedale Bufalini dove era ricoverato per le gravi lesioni riportate tre settimane prima uscendo di strada lungo l’autostrada A 14 nei pressi del casello di Imola. C’erano molti esponenti di spicco dell’ippica nazionale,
Continua a leggere...  

Giochi, nel 2017 erario in “rosso”: in positivo slot, casinò e scommesse

Cala la spesa complessiva di gioco (-0,6%) e il contraccolpo sulle casse statali è anche maggiore: nel 2017, secondo un’elaborazione di Agipronews sui dati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, il totale del prelievo dai giochi – al netto delle voci extra come il prelievo sui conti gioco inattivi e la tassa sulle vincite –
Continua a leggere...  

Manovra, Camera: oltre 60 emendamenti sui giochi. Assalto al preu di slot e VLT, proposta bipartisan salva-Campione

Sono oltre 60 gli emendamenti sui giochi presentati sabato alla manovra, all’esame della Commissione Bilancio della Camera. Nonostante la legge di bilancio preveda già un aumento del preu per slot e VLT dello 0,5%, Come riporta Agipronews,è assalto bipartisan alle entrate dei giochi per finanziare diverse misure: si va dall’iva agevolata per il pellet o
Continua a leggere...  

QUOTIDIANO DI PUGLIA BRINDISI – Il “pianeta scommesse”: solo nel Salento in 4.500 rischiano il posto di lavoro

Il consiglio regionale della Puglia ha sospeso l’entrata in vigore della legge sul gioco, prevista per il prossimo 20 dicembre. Su “Il Quotidiano di Puglia” le dichiarazioni di Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016 e punto di riferimento storico del comparto: «C’è un settore sull’orlo dell’esplosione, con una base compatta che è pronta a
Continua a leggere...  

Puglia, legge sui giochi sospesa per sei mesi: salve per ora circa 700 aziende

Il Consiglio regionale della Puglia, riferisce Agipronews, ha sospeso l’entrata in vigore della legge sul gioco, prevista per il prossimo 20 dicembre. Con 22 voti favorevoli, l’Assemblea ha approvato l’emendamento a firma di Domenico Santorsola (Noi a Sinistra per la Puglia) che stabilisce una proroga «di non oltre sei mesi», in attesa del riordino normativo
Continua a leggere...  

Giochi in sciopero, Ughi (Obiettivo 2016): “Il caso pugliese ha fatto traboccare il vaso, il settore ha trovato il coraggio di protestare”

«Il settore giochi può trovare il coraggio di protestare a livello nazionale contro decisioni che mettono a rischio la sua sopravvivenza, e quello che è accaduto oggi lo dimostra». Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, commenta ad Agipronews, la manifestazione degli operatori di gioco a Bari, contro la legge regionale antiludopatia, e l’appoggio solidale
Continua a leggere...  

Giochi in Puglia, anche la Romagna al fianco dei lavoratori pugliesi: sciopero della raccolta e serrande abbassate in tutti i comuni

La protesta dei lavoratori pugliesi contro l’entrata in vigore della legge regionale sul gioco travalica i confini della Puglia e arriva in Romagna: decine le sale di Cesena, Cesenatico, Forlì, Ravenna, Lugo, Milano Marittima che questa mattina hanno tenuto le serrande abbassate in solidarietà con i colleghi, che stano manifestando proprio in queste ore a
Continua a leggere...  

Puglia, oggi sciopero delle sale scommesse: in piazza a Bari sit in per difendere i lavoratori del settore legale

Sono circa 3.000 i lavoratori dipendenti del settore del gioco legale, che stanno protestando a Bari da questa mattina alle 10 di fronte alla sede del consiglio regionale della Puglia -  che oggi dovrebbe discutere l’emendamento sulla sospensione della legge approvato dalla Commissione Sanità -  provvedimento che tra l’altro introduce il distanziometro, ovvero il divieto di vendere giochi
Continua a leggere...  

Gioco patologico, Ughi (Obiettivo 2016): «Gli abusi vanno limitati, ma la ludopatia a metro non esiste»

«La ricerca Iss ha confermato quello che dicevamo: la ludopatia a metro non esiste, i distanziometri e i divieti per la pubblicità non servono». È quanto sostiene Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, a margine del convegno “Gambling patologico e responsabilità sociale: sfide della prevenzione e possibilità di trattamento”, organizzato dall’Università di Bari oggi
Continua a leggere...  

Ricerca ISS, Ughi (Obiettivo 2016): “La ‘ludopatia a metro’ ha fallito: serve una seria educazione al gioco”

«Mi sembra che da questo studio escano numeri meno clamorosi di quelli che di solito si danno in pasto all’opinione pubblica. Certo, bisogna sempre fare massima attenzione ai fenomeni di compulsività, che non convengono né alla socialità, né agli operatori del settore. Ma molti allarmi sono stati ridimensionati». È il giudizio di Maurizio Ughi, amministratore
Continua a leggere...  

Gioco online, aggiornata la “blacklist” dei Monopoli: sono 7.497 i siti oscurati

Nuovo aggiornamento per la “black list” dei Monopoli di Stato che elenca i siti non autorizzati alla raccolta di gioco in Italia. I domini oscurati sono ora 7.497, 113 in più rispetto all’aggiornamento dello scorso 18 settembre. L’accesso ai siti non autorizzati viene impedito per attuare le disposizioni contenute nell’articolo 1 della Legge Finanziaria 2006,
Continua a leggere...  

Ughi a TS: «le agenzie non possono permettersi dei sorveglianti: il buon senso ha prevalso»

«In questo momento storico in cui il settore è visto negativamente, il giudice ha fatto un’analisi serena del caso senza essere influenzato dalla diffusa opinione pubblica contro ¡I gioco, emettendo una sentenza ragionevole e di buon senso». Così Maurizio Ughi, Presidente di Obiettivo 2016 , ha commentato all’agenzia Agimeg la sentenza della Corte di Appello
Continua a leggere...  

Scommesse, Ughi : “Punti vendita non hanno risorse per mettere sorveglianza all’ingresso, sentenza Corte di Appello Firenze di buon senso”

“In questo momento storico in cui il settore è visto negativamente, il giudice ha fatto un’analisi serena del caso senza essere influenzato dalla diffusa opinione pubblica contro il gioco, emettendo una sentenza ragionevole e di buon senso”. Così Maurizio Ughi, Predisente di Obiettivo 2016, commenta ad Agimeg la sentenza della Corte di Appello di Firenze, che
Continua a leggere...  

Giochi, scoppia il caso Puglia: dal 20 dicembre fuorilegge 800 agenzie di scommesse e 150 sale vlt, a rischio 20mila posti di lavoro 

Il conto alla rovescia terminerà il 20 dicembre, quando sarà definitivamente operativa la legge regionale della Puglia contro il gioco patologico. Da quel giorno, l’80% delle sale giochi presenti sul territorio, tra cui 800 agenzie di scommesse (l’87% del totale), sarà obbligato a chiudere, mettendo in pericolo 6mila imprese e 20mila posti di lavoro. Uno
Continua a leggere...  

Decreto Dignità: i 6 miliardi di spesa sanitaria e i 75mila psicologi assunti da Di Maio

Quasi cinque milioni di malati e almeno 75mila psicologi impegnati nella cura dei malati di gioco. E’ il calcolo, figlio del paradosso, realizzato con caustica ironia da Guido Marino, amministratore della società di consulenza Mag e storico analista del settore, dopo che il ministro Di Maio – nella trasmissione “Bersaglio Mobile” – aveva dichiarato che
Continua a leggere...  

Divieto pubblicità giochi: Di Maio insiste sulla retroattività, ma dai costituzionalisti arriva lo stop

«Ho saputo che, mentre stavano per emanare il decreto Dignità molte società, tra cui quelle di calcio, hanno fatto una corsa per stipulare nuovi contratti per fare pubblicità al gioco d’azzardo: metteremo una norma in sede di conversione per evitare che chi ha fatto il furbo possa farla franca. Non è che qualcuno si inserisce
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi (Obiettivo 2016) ad Agipronews: “Nella situazione attuale una nuova sanatoria scommesse sarebbe un nonsenso”

ROMA – «Il divieto di pubblicità è una misura che depista da ciò che serve realmente al settore dei giochi». Così Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, commenta il decreto Dignità approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, che dispone lo stop totale per pubblicità e sponsorizzazioni dei giochi. «È stato preso in considerazione un
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi a LEGGO: “Così non si combatte il problema è solo un assist ai big del mercato”

II divieto di spot nel “decreto dignità” toglie competitività ai club italiani già in crisi. Su Leggo di oggi l’intervista a Maurizio Ughi Lei è stato presidente di Snai e praticamente ha visto nascere le scommesse sportive in Italia. Come giudica il decreto legge che stoppa le pubblicità al betting sotto qualsiasi forma? «È un provvedimento
Continua a leggere...  

Decreto Dignità: calcio e tv in rivolta, Governo a caccia di coperture

Cancellare ogni tipo di pubblicità e sponsorizzazione legata al gioco farebbe perdere allo Stato 700 milioni di mancato gettito in tre anni, oltre a cancellare il budget di 200 milioni all’anno che le società di giochi e scommesse investono in sponsorizzazioni. È quanto riporta oggi “Libero” sul Decreto Dignità proposto dal ministro del Lavoro e
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi sul Corriere dello Sport per i Vent’anni delle scommesse sportive

Venti anni fa Maurizio Ughi e Emilio laia, all’epoca Presidente e Amministratore delegato di Snai Servizi, furono tra gli artefici del lancio delle scommesse sportive legali in Italia. «C’era un interesse delle allora 300 agenzie ippiche di poter accettare gioco anche sulle partite di calcio, perché nelle vicinanze dei negozi vi erano soggetti che accettavano
Continua a leggere...  

Dal contratto di Governo alle proposte di legge, la pubblicità dei giochi nel mirino del M5S

«Il divieto totale di pubblicità sul gioco d’azzardo in ogni forma, annunciato dal ministro Luigi Di Maio, è il primo passo per ridare dignità ai cittadini e famiglie». Lo dichiarano i parlamentari del Movimento 5 Stelle che fanno quadrato intorno al leader Luigi Di Maio che questa mattina, in un’intervista a Rtl 102.5, ha annunciato
Continua a leggere...  

Silvestri (Dir. Scuola Antiriciclaggio): “Linee guida Agenzia delle Dogane innalzano livello dei controlli”

«Le linee guida antiriciclaggio – pubblicate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli secondo la nuova Direttiva Ue e la legge attuativa nazionale – prevedono un innalzamento del livello dei controlli nel settore dei giochi attraverso una serie di misure nuove e aggiuntive». E’ il commento rilasciato ad Agipronews da Sergio Silvestri, Direttore della Scuola Italiana
Continua a leggere...  

Antiriciclaggio e gioco online, i Monopoli cancellano la registrazione “light”: scatta l’allarme tra i concessionari

«Non è ammessa la registrazione semplificata». Questo il punto cardine delle linee guida in materia di antiriciclaggio riguardanti il gioco a distanza, fornite dai Monopoli di Stato. Poche parole che complicano sensibilmente le procedure di registrazione ai conti di gioco on line e provocano reazioni preoccupate da parte dei concessionari che, per registrare gli iscritti
Continua a leggere...  

Ughi (Obiettivo 2016) ad Agipronews: “Il bando scommesse? Così è impossibile. Il nuovo Governo dica se vuole abdicare alle Regioni”

 Maurizio Ughi fissa l’anello verdissimo in un pomeriggio romano che per nessuna ragione si sarebbe perso. Irresistibile il richiamo di Piazza di Siena, a cui in passato ha risposto non solo da appassionato ed ex praticante, ma anche da imprenditore, legando il suo nome ad alcune edizioni della manifestazione. «Quando ho saputo dell’accordo tra Fise,
Continua a leggere...  

Il Viminale alle Questure: “Verifica delle norme sulle distanze solo per le nuove aperture”

Le Questure e gli enti locali devono verificare il rispetto delle normative regionali in materia di distanze minime di sale scommesse, sale Vlt e Bingo dai luoghi sensibili, ma ciò vale solo per le «nuove richieste di autorizzazione e i procedimenti amministrativi la cui istruttoria sia ancora in corso». Lo chiarisce una circolare inviata dal
Continua a leggere...  

Pubblicata la nuova bozza del “contratto” di Governo: al capitolo Sicurezza si parla di giochi

Dopo quella pubblicata  dall’Huffington Post, è stata resa nota una nuova bozza del “Contratto per il Governo del Cambiamento” da parte di Lega e Movimento 5 Stelle, aggiornata a mercoledì sera alle 18 e definita “semidefinitiva”. Come il precedente, anche questo documento si occupa di giochi. Quasi identico il testo sull’argomento, a parte un paio di
Continua a leggere...  

Scommesse in agenzia: nei primi quattro mesi del 2018 raccolti 1,5 miliardi di euro

Nei primi quattro mesi del 2018 le scommesse sportive in agenzia hanno totalizzato una raccolta da 1,5 miliardi di euro: è il totale elaborato da Agipronews sui dati contenuti nel report diffuso dall’Agenzia delle Dogane e Monopoli. Napoli resta in testa nella classifica delle città dove si è giocato di più con 243,2 milioni di
Continua a leggere...  

Giochi, Cnr Pisa: in calo i giovani, sono 400mila in meno rispetto al 2014

Cala il gioco tra i giovani: nel 2017 i giocatori nella fascia 15-19 anni sono diminuiti di 400mila unità rispetto al 2014, quando raggiungevano quota 1,4 milioni. Lo rivela uno studio del Cnr di Pisa. Nel 2017 hanno giocato almeno una volta 17 milioni di italiani, contro i 10 milioni del 2014. STUDENTI-GIOCATORI IN CALO
Continua a leggere...  

Libero intervista Maurizio Ughi – «L`ippica non è una scommessa, ma uno sport»

«L’ippica non è mai stata rappresentata come sport, ma come industria delle scommesse. Secondo me deve rivivere come settore sportivo, magari con l’aiuto dello Stato che dovrebbe darle fiducia con un finanziamento di 2 o 3 anni. Rilanciando l’attività sportiva sono convinto che tornerebbero anche le scommesse». Così Maurizio Ughi in un’intervista apparsa oggi su
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi, lettera di cordoglio per il caro amico Pasquale Migliaccio

Caro Pasquale, “Ti ho servito fedelmente per 12 anni, sono stati anni importanti per la mia crescita professionale.” Così il giorno 20 novembre del 1989 iniziavo la mia relazione al congresso dell’associazione S.N.A.I. (sindacato nazionale agenzie ippiche). Insieme a Pasquale, sotto la sua guida, abbiamo condiviso le battaglie che il settore delle agenzie ippiche stava
Continua a leggere...  

Ughi (Obiettivo 2016) su TS: «ok, ma dovete prendere atto che i giochi sono alla deriva, non c`è nessuno al timone…»

«Prendere atto della vostra decisione è una cosa, diventare “alleati” un’altra…» – ha risposto semiserio Maurizio Ughi, Amm. Unico di Obiettivo 2016 (nella foto a destra), in occasione della conferenza tenuta da Stanley ad Enada nella quale è stato dato l’annuncio della decisione del Gruppo di entrare nel sistema concessorio. Subito dopo, il n. 1 di
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi su Italia Oggi

 
Continua a leggere...  

ELEZIONI, UGHI (OBIETTIVO 2016): IN NUOVO GOVERNO VORREI MINISTRO GIOCHI

“Mi auguro che all’interno del nuovo Governo, qualunque esso sia, ci sia una persona che abbia le competenze per amministrare e regolare questo settore. Ripeto quello che ormai mi auguro da tempo, servirebbe un Ministero dei Giochi, con pari dignità con gli altri già esistenti”. Così Maurizio Ughi, a margine della presentazione del progetto scommesse
Continua a leggere...  

Imposta scommesse, Ughi (Obiettivo 2016): “Dal Governo tante chiacchiere e soluzioni zero, con la proroga la situazione si complicherà”

“Il Governo italiano ha mostrato di essere recidivo: non ha cambiato la sua modalità nella gestione delle concessioni scommesse, anzi oggi la situazione è ancora più grave, visto che si perpetuano gli stessi sbagli, la proroga nella legge di stabilità ne è l’esempio”. E’ quanto dice Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, commentando ad
Continua a leggere...  

TS – Ughi (obiettivo 2016): «lo stato riabiliti il settore del gaming agli occhi dell`opinione pubblica e pensi ad un ministro dei giochi»

«Mi auguro che dalle prossime elezioni politiche venga fuori un Parlamento unito e un Esecutivo compatto in grado di governare e prendere decisioni altrimenti difficilmente si potranno imporre linee definite alle Regioni in tema di gioco». E’ quanto, all’ICE di Londra, ha dichiarato ad Agimeg Maurizio Ughi, Amministratore Unico di Obiettivo 2016, in vista delle
Continua a leggere...  

ICE London, Ughi (Obiettivo 2016) ad Agimeg: “A settembre nessuna gara sulle scommesse, mancano i tempi. Bisogna istituire la figura di un Ministro dei giochi”

“Mi auguro che dalle prossime elezioni politiche venga fuori un Parlamento unito e un Esecutivo compatto in grado di governare e prendere decisioni, altrimenti difficilmente si potranno imporre linee definite alle Regioni in tema di gioco”. E’ quanto ha detto ad Agimeg all’ICE di Londra Maurizio Ughi, Amministratore Unico di Obiettivo 2016, in vista delle
Continua a leggere...  

Riordino Giochi, Ughi (Obiettivo 2016) ad Agipronews: «Contraddittoria l’azione del Governo, lo Stato difenda il gioco sano»

Il Decreto attuativo dell’accordo Stato-Regioni sul riordino del settore giochi non è slittato a causa della legge piemontese contro il gioco patologico, ma per le contraddizioni interne al provvedimento. È così che Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, commenta ad Agipronews le parole del sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, intervenuto oggi in Senato alla
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi su TS: «Annunci e divieti non servono a nulla!»

Le modifiche alla legge antiludopatia della Toscana «hanno aspetti positivi, come la tutela delle attività esistenti, ma non risolvono certo il problema della ludopatia, quando si presenta, visto che il distanziometro è un’arma inefficace: si fanno annunci per tenere buona l’opinione pubblica, ma alla fine non si adottano provvedimenti che forniscono soluzioni concrete». E’ quanto
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi su TS : “In italia il gioco legale tutela i minori”

Su Totoguida Scommesse Maurizio Ughi – Obiettivo 2016 interviene ai dati pubblicati sulle varie dipendenze giovanili raccolti dall’Istituto Bambino Gesù di Roma per la Salute del Bambino e dell’Adolescente.
Continua a leggere...  

Giochi in Toscana, Ughi (Obiettivo 2016) ad Agipronews: “Annunci e divieti non servono, meglio educare e contrastare gli abusi”

Le modifiche alla legge antiludopatia della Toscana “hanno aspetti positivi, come la tutela delle attività esistenti, ma non risolvono certo il problema della ludopatia, quando si presenta, visto che il distanziometro è un’arma inefficace: si fanno annunci per tenere buona l’opinione pubblica, ma alla fine non si adottano provvedimenti che forniscono soluzioni concrete”. E’ quanto
Continua a leggere...  

Italia Oggi – Incontro Baretta Regioni slitta all’ 8 febbraio

Il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta e le Regioni si incontreranno giovedì 8 febbraio per fare il punto della situazione sull’attuazione dell’accordo sui giochi siglato in Conferenza Unificata il 7 settembre. Lo apprende Agipronews da fonti istituzionali. L’incontro, originariamente previsto a dicembre, in un primo momento era stato rinviato all’ 11 gennaio, su richiesta di
Continua a leggere...  

Intervista a Maurizio Ughi – «Il governo ha perso tempo: Adm diventi un vero ministero dei giochi»

«II Governo ha perso tempo: Adm diventi un vero Ministero dei Giochi; «Quella dell’ultimo Governo è stata senza alcun dubbio la peggiore gestione politica dell’ultimo decennio, per quanto riguarda i giochi pubblici. Hanno mirato a far passare il tempo senza prendere decisioni, giusto per passare la patata bollente al prossimo Esecutivo».   Va giù duro Maurizio
Continua a leggere...  

Maurizio Ughi (Obiettivo 2016): «Il Governo ha perso solo tempo, i Monopoli diventino il nuovo Ministero dei Giochi Pubblici»

«Quella dell’ultimo Governo è stata senza alcun dubbio la peggiore gestione politica dell’ultimo decennio, per quanto riguarda i giochi pubblici. Hanno mirato a far passare il tempo senza prendere decisioni, giusto per passare la patata bollente al prossimo Esecutivo». Va giù duro Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, e come di consueto non si
Continua a leggere...  

Su Il Giornale Lettera aperta di Maurizio Ughi al futuro Ministro dei Giochi Pubblici

“Sig. Ministro, II precedente Governo ha lasciato molte cose irrisolte e quindi sono lieto che il nuovo Parlamento abbia compreso la necessità di istituire il nuovo Ministero dei GIOCHI PUBBLICI CON VINCITA IN DENARO”.   Inizia così la lettera aperta pubblicata oggi da “Il Giornale” che Maurizio Ughi presidente di Obiettivo 2016, ha scritto al nuovo ipotetico
Continua a leggere...  

Giochi, Ughi (Obiettivo 2016): “Sbagliato abbandonare a sé stesso un settore legale e produttivo come quello dei giochi”

“Questo Governo non è stato in grado di mettere ordine a questo settore: nel 2015 avrebbe dovuto fare il famoso codice dei giochi e non l’ha fatto. Figuriamoci se vuole affrontare l’argomento adesso che è a fine mandato!”. Così Maurizio Ughi alla tavola rotonda “L’Italia dei giochi: dal federalismo al proibizionismo” nel corso del convegno
Continua a leggere...  

IL GIORNALE – Intervista a Maurizio Ughi – «Ma se lo Stato ci aiuta torniamo grandi in tre anni»

Maurizio Ughi, 69 anni, amministratore unico di Obiettivo 2016, è l’uomo che ha portato la Snai a essere il più grande operatore del settore in Italia. Ha ereditato dal padre l’attività nel campo delle scommesse, all’inizio nell’ippica e poi in altri sport. E sulla crisi ha le idee chiare. Ughi, fa più rabbia o più
Continua a leggere...  

Legge di Bilancio, Ughi (Obiettivo 2016): «Nuova sanatoria scommesse opportuna per evitare disparità di mercato»

«Sarebbe opportuno implementare l’emendamento Bianconi alla proroga delle concessioni scommesse prevista dalla legge di bilancio». Così Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, commenta la proposta di modifica alla manovra presentata dalla senatrice Laura Bianconi (AP), che prevede la sanatoria per 3.500 punti gioco (non solo scommesse) attualmente non titolari di concessione, con un pagamento
Continua a leggere...