obiettivo_editorFrancesca Perrone

All articles by obiettivo_editor

 

Manifestazione giochi a Roma, consegnata istanza al vicecapo di gabinetto del ministro Franco

È terminato l’incontro tra Antonia Campanella, presidente EMI Rebus e promotrice della protesta delle lavoratrici del gioco, e il vicecapo di gabinetto del ministro all’Economia Daniele Franco. Durante il colloquio è stata consegnata l’istanza con le richieste del comparto, ma ogni discorso è stato rimandato dopo la nomina del sottosegretario con delega ai giochi del
Continua a leggere...  

Decreto Milleproroghe, Servizio Bilancio Senato: “Segnalazioni su lotteria degli scontrini slittano al 1° marzo, valutare eventuali diminuzioni di gettito”

È «necessario un approfondimento» per verificare se lo slittamento al 1° marzo della possibilità, per i consumatori, di segnalare il rifiuto di acquisire il codice della lotteria degli scontrini da parte degli esercenti «non dia luogo a diminuzioni di gettito per l’erario». Lo scrivono i tecnici del Servizio Bilancio del Senato, nel dossier che accompagna
Continua a leggere...  

Governo Draghi, lavori in corso al Mef per viceministri e sottosegretari: Misiani, Guerra e Castelli verso la conferma, può tornare Bitonci (Lega), spunta Pichetto Fratin (FI)

Il ministero dell’Economia cambia pelle con il Governo Draghi. Nuovo il ministro – Daniele Franco al posto di Roberto Gualtieri – e nuovo il capo di Gabinetto, visto che Giuseppe Chiné ha preso il posto di Luigi Carbone. Rimane ancora aperta (novità definitive sono attese dopo il week-end) la corsa ai posti di sottogoverno, al
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi a Roma, D’Attis: “Come Forza Italia, presenteremo il nostro progetto di riordino tramite i nostri ministri al Governo”

” Il Decreto Dignità prevedeva il riordino del settore giochi, ben due Governi non se ne sono occupati. Ora è il momento di farlo: come Forza Italia, presenteremo il nostro progetto di riordino tramite i nostri ministri al Governo”. Lo ha detto ad Agipronews, Mauro D’Attis (Forza Italia), a margine della manifestazione dei lavoratori del
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi a Roma, più di 2mila lavoratori in piazza per chiedere la riapertura: “Rivendichiamo la nostra dignità”

Via alla manifestazione dei lavoratori delle imprese del gioco legale, riuniti oggi in piazza del Popolo a Roma e in contemporanea a piazza Duomo a Milano. Priorità dei manifestanti è sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sullo stato di difficoltà in cui versano oltre 150mila lavoratori con relative famiglie, colpiti dal prolungato lockdown delle attività
Continua a leggere...  

Manifestazione giochi a Roma, Maurizio Ughi: “Necessario scendere in piazza, con il nuovo Governo ridiamo visibilità al settore”

“La piazza è bella e ben organizzata, ed è una manifestazione necessaria per ridare visibilità al settore e avere attenzione da un nuovo Governo”. Lo ha detto Maurizio Ughi, del Comitato di Presidenza della Confederazione GiocareItalia e Vicepresidente di Agisco ad Agipronews, a margine della manifestazione dei lavoratori del gioco. “È un appuntamento che rappresenterà
Continua a leggere...  

DOMANI LAVORATORI DEL GIOCO LEGALE IN PIAZZA A ROMA E MILANO

Si svolgerà domani la prima manifestazione dei lavoratori delle imprese del Gioco Legale, dalle 15 alle 19 in contemporanea in Piazza del Popolo a Roma e in Piazza Duomo a Milano, per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sullo stato di difficoltà in cui versano oltre 150mila lavoratori (400mila persone circa considerando anche i rispettivi
Continua a leggere...  

Giochi in lockdown, giovedì a Roma e Milano la manifestazione dell’Associazione Temporanea di Imprese: “Situazione insostenibile, serve riapertura”

Si terrà giovedì 18 febbraio la manifestazione dei lavoratori del gioco legale, in piazza a Roma e a Milano contro la chiusura di sale giochi, scommesse e bingo. A ricordarlo sull’edizione odierna del Corriere della Sera è l’Associazione temporanea imprese gioco lecito (ATI Gioco lecito), promotrice dell’evento, a cui aderiscono 220 aziende. Un’idea nata per
Continua a leggere...  

Confcommercio a Draghi: “Oltre 300mila imprese a rischio chiusura, servono ristori tempestivi e adeguati alle perdite di fatturato”

«Abbiamo sottolineato la situazione drammatica delle imprese del commercio e della ristorazione, le più colpite dall’emergenza: oltre 300mila rischiano la chiusura. Servono ristori tempestivi e adeguati alle perdite di fatturato». Lo ha detto Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, al termine dell’incontro con il presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi. «Occorre un deciso campo di passo:
Continua a leggere...  

Il 18 febbraio a Roma e Milano la manifestazione dei lavoratori per chiedere la riapertura

I lavoratori delle imprese del Gioco Legale manifesteranno il 18 febbraio, in contemporanea a Milano in Piazza del Duomo e a Roma in Piazza del Popolo, dalle 15 alle 19, per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica sul grave stato di difficoltà in cui versano oltre 150.000 lavoratori (per un totale di 400mila persone circa)
Continua a leggere...  

Clemente (Uif): “Nel 2020 -11% di segnalazioni dai giochi, ma l’emergenza sanitaria ha favorito l’illegalità”

Gli alert antiriciclaggio relativi al settore giochi hanno registrato nel 2020 «una complessiva contrazione (-11% rispetto al 2019) attribuibile alle misure restrittive imposte per la gestione dell’emergenza». È quanto emerge dalla relazione “Prevenzione e repressione delle attività predatorie della criminalità organizzata durante l’emergenza sanitaria” di Claudio Clemente, direttore dell’Unità di Informazione Finanziaria (UIF) della Banca
Continua a leggere...  

Giochi, Mef: nel 2020 “buco” da 5 miliardi di euro, dimezzati gli incassi degli apparecchi (-51%)

L’emergenza Covid-19 si abbatte sui giochi nel 2020, con un “buco” di 5 miliardi per le entrate erariali dello Stato: i dati del Conto riassuntivo del Tesoro mostrano un calo del 34% rispetto ai 14,8 miliardi di euro che erano stati incassati nel 2019. Nel 2020, gli incassi per entrate del bilancio dello Stato da
Continua a leggere...  

Lotteria degli scontrini, Codacons: “Consumatori discriminati a causa di rete telematica inadeguata”

«La Lotteria degli scontrini rischia di creare discriminazioni tra cittadini e penalizzare chi risiede in zone montane, isolate o non servite da una rete internet adeguata». Sono le dichiarazioni del Codacons in merito alla Lotteria degli scontrini partita lunedì 1 febbraio. «Il problema non riguarda solo gli esercenti ma anche e soprattutto i cittadini» afferma
Continua a leggere...  

Corto circuito delle concessioni online: Tar contrario allo “stop” ma Adm costretta a inviare nuove note di distacco agli operatori

L’orientamento cautelare del Tar Lazio si è consolidato negli ultimi due mesi: fino all’udienza di merito del prossimo ottobre, il distacco delle concessioni di gioco online in scadenza tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 è sospeso per garantire gli interessi erariali e la tutela dei giocatori, in attesa di una proroga «auspicabile»
Continua a leggere...  

Manovra, Mef: “Aggi dei concessionari dei giochi tra i costi per i servizi finanziari dello Stato”

Gli aggi riconosciuti ai concessionari di giochi e lotterie «rappresentano la quota prevalente dei costi per servizi finanziari» previsti nel 2021. E’ quanto si legge nel Budget dello Stato per il triennio 2021-2023, il budget dei costi dello stato di previsione della spesa di ciascuna amministrazione centrale, collegato alla legge di bilancio 2021. La voce
Continua a leggere...  

Coronavirus, in arrivo le nuove fasce: Trento verso la zona bianca, spiraglio per le sale giochi

La provincia di Trento potrebbe presto entrare in zona bianca. È quanto riporta il sito del Corriere della Sera in vista del monitoraggio settimanale sull’epidemia di Covid in Italia. La decisione sui nuovi colori sarà comunicata oggi, dopo le valutazioni del Ministero della Salute, l’Istituto superiore di sanità e il Comitato tecnico-scientifico. La “zona bianca”,
Continua a leggere...  

Manifestazione “rosa” a Roma, Ughi (Agisco): “Lo scossone è stato dato, ora attendiamo riscontri dal Governo”

“Lo scossone è stato dato, vedremo quello che produrrà”. Lo ha detto ad Agipronews Maurizio Ughi, del Comitato di Presidenza della Confederazione GiocareItalia e Vicepresidente di Agisco, nel corso della manifestazione delle lavoratrici del gioco a Roma. “È un momento di confusione per il Governo, sia per l’emergenza sanitaria che per vicende politiche, ma grazie
Continua a leggere...  

Decreto Covid, Senato: attività sospese fino al 5 marzo, al via l’esame in Commissione Affari costituzionali

Il testo del decreto legge approvato il 14 gennaio e contenente ulteriori disposizioni urgenti su contenimento e prevenzione dell’emergenza da Covid-19 è stato trasmesso in Senato e assegnato alla Commissione Affari costituzionali, che avvierà l’esame del provvedimento mercoledì 20 gennaio alle 10. Il testo prevede il divieto di spostamento tra Regioni (solo fino al 15
Continua a leggere...  

Governo al Tar contro gli operatori: slot, scommesse e bingo incentivano interazione tra le persone, necessario ridurre socialità

Non ci sono motivazioni scientifiche e sanitarie sufficienti per motivare lo stop delle sale da gioco disposto dal Governo. È quanto hanno sostenuto gli operatori di gioco al Tar Lazio nella camera di consiglio di oggi, contro il Dpcm che ha disposto il blocco fino al 15 gennaio e su cui la decisione è attesa
Continua a leggere...  

Manifestazione “rosa” a Roma, Maurizio Ughi : “Settore insoddisfatto e discriminato, serve la riapertura”

Una manifestazione che “sintetizza l’insoddisfazione, le difficoltà e la discriminazione di tutto il settore” e che insiste sull’importanza del dialogo con il Governo. Lo ha sottolineato, ad Agipronews, Maurizio Ughi, del Comitato di Presidenza della Confederazione GiocareItalia e Vicepresidente di Agisco, a margine della protesta “rosa” a Roma. “L’obiettivo è includere tra le prossime riaperture
Continua a leggere...  

Crisi Covid, Istat: impatto pesante per oltre la metà delle aziende di gioco

Oltre la metà delle sale giochi scommesse e bingo stanno subendo «pesantemente» le ricadute dell’emergenza epidemiologica. È quando emerge dal documento “I profili strategici e operativi delle imprese italiane nella crisi generata dal Covid-19 ” pubblicato oggi dall’Istat. La maggior parte delle aziende del settore rientra nel profilo definito dall’Istituto «statico in crisi», quello cioè
Continua a leggere...  

Entrate tributarie, giochi crollano nuovamente: 9,1 miliardi nei primi undici mesi del 2020 (-35%)

Nei primi undici mesi del 2020 le entrate totali relative ai giochi – che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette – sono state pari a 9.151 milioni di euro (-4.917 milioni di euro, -35%). È quanto emerge dal report sulle entrate tributarie del Ministero delle Finanze. I dati, si legge
Continua a leggere...  

Adm su Brexit e concessione giochi: operatori verso lo spostamento delle infrastrutture, nei prossimi giorni le risposte ai quesiti dei concessionari

Quest’oogi l’open hearing organizzato dall’Agenzia Dogane e Monopoli “Brexit: Concessione giochi e sede legale”, relativo ai contenuti dell’Accordo di Scambio e Cooperazione fra Unione Europea e Regno Unito, stipulato il 24 dicembre scorso, e ai suoi possibili riflessi sulle concessioni di gioco. Le risposte ai quesiti degli operatori, in particolare sulle infrastrutture tecnologiche, verranno pubblicate sul sito
Continua a leggere...  

UNOMATTINA, Minenna (Adm): “Contrasto all’illegalità è prioritario, nel 2020 controllate 250 sale”

«L’intervento più importante in materia di giochi dovrebbe muoversi verso il contrasto al mercato illegale, che secondo stime non ufficiali è paragonabile a quello legale. È lì che non c’è nessun controllo, né sulle regole di ingaggio, né sulle vincite». Così il dg dell’Agenzia Dogane e Monopoli, Marcello Minenna, intervenuto nel corso della trasmissione “Unomattina”
Continua a leggere...  

Effetto Covid sui giochi, nel 2020 crollano spesa e entrate erariali: “buco” da 4 miliardi di euro per le casse dello Stato

Effetto Covid sulla spesa e sulle entrate erariali dei giochi. La chiusura prolungata dei punti fisici nel 2020 e la crisi economica hanno portato a un calo del 35% delle giocate, con una spesa complessiva – secondo i dati dell’industria elaborati da Agipronews – crollata da 19,4 a 12,5 miliardi di euro. Il primo lockdown
Continua a leggere...  

Legge Bilancio, il Senato conferma la fiducia: il testo è legge. C’è rinvio gara concessioni Bingo

Con 156 voti favorevoli, l’Aula del Senato ha approvato la fiducia sulla legge di bilancio, nel testo già approvato dalla Camera, che prevede il rinvio della gara per le concessioni Bingo al 31 marzo 2023 e una modifica alla lotteria degli scontrini, a cui si potrà partecipare «esclusivamente attraverso strumenti che consentano il pagamento elettronico». Il provvedimento è
Continua a leggere...  

Riaperture sale giochi, il Governo riapre il confronto con il settore: le associazioni al lavoro su un documento condiviso

Lavori in corso per il settore gioco. Secondo quanto appreso da Agipronews, il Governo ha avviato il confronto con le associazioni degli operatori in vista delle possibili riaperture delle sale. In un incontro che si è svolto nelle ultime ore, in modalità rigorosamente online, l’Esecutivo era rappresentato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Mario Turco,
Continua a leggere...  

Le proposte Adm in Parlamento: proroga concessioni necessaria, senza riordino gara apparecchi impraticabile

È «improcrastinabile e necessario un intervento normativo di proroga del termine di scadenza di tutte le concessioni del gioco pubblico, nonché della indizione dei relativi bandi di gara». È quanto si legge nella proposta normativa presentata dal direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, nel corso dell’audizione in Commissione Finanze alla Camera
Continua a leggere...  

Decreto Ristoro, Servizio Bilancio Camera: “Canone concessorio, fare chiarezza tra i dati della relazione tecnica e le stime della manovra”

Il Decreto Ristoro «differisce dal 2020 al 2021 il versamento dell’80% del saldo del preu e del canone concessorio del quinto bimestre 2020» per i concessionari delle slot. Per quanto riguarda la stima riferita al preu, «non si hanno osservazioni da formulare» ma, sui canoni «sarebbe utile acquisire chiarimenti sul raccordo fra i dati della
Continua a leggere...  

Lotteria degli scontrini, Confesercenti: “Momento sbagliato, imprese hanno riaperto dopo mesi di chiusura”

Per la lotteria degli scontrini il rischio è che “il 50% dei negozi non abbia il tempo di adeguare i dispositivi necessari”. Lo ha evidenziato il segretario generale della Confesercenti Mauro Bussoni, intervistato dall’agenzia Adnkronos. “E’ un continuo di chiamate da parte dei soci – ha detto Bussoni – per chiederci se devono adeguare per
Continua a leggere...  

Giochi tra lockdown e tassa 0,50%: nel 2020 crollano i ricavi e sulla serrata i giudici chiedono spiegazioni al Governo

Oltre cinque mesi di chiusura forzata, a cui si è aggiunge il peso di una nuova tassa e l’incertezza per il futuro. Il settore del gioco si avvia verso la fine del 2020 alle prese con gravi difficoltà che hanno portato a un crollo dei ricavi per gli operatori – circa 4 miliardi in meno
Continua a leggere...  

Chiusura sale giochi, Tar Lazio: “Governo fornisca agli operatori i dati del Cts che hanno portato al blocco”

La Presidenza del Consiglio dovrà fornire agli operatori di gioco i verbali del Comitato Tecnico Scientifico sulla base dei quali è stata disposta la chiusura di sale giochi, scommesse e bingo fino al 15 gennaio. È quanto si legge nel decreto del Tar Lazio firmato dal giudice Antonino Savo Amodio, sul ricorso urgente presentato dalla
Continua a leggere...  

Manovra: battuta d’arresto per oltre 20 emendamenti sui giochi, tra i non segnalati lo stop al distanziometro e l’apertura al gioco negli ippodromi

Battuta d’arresto per oltre 20 emendamenti sui giochi che erano stati presentati in Commissione Bilancio per modificare la manovra e che non sono stati segnalati dai gruppi parlamentari tra le proposte che effettivamente saranno sottoposte al voto. Come rileva agipronews, on sono stati segnalati alcuni emendamenti di Mauro D’Attis (Forza Italia) che proponeva di eliminare
Continua a leggere...  

Decreto Ristori Quater, relazione illustrativa: “Versamento preu del 20% e rateizzazione per evitare ricadute occupazionali”

«La previsione di pagamento del 20% dell’importo dovuto» dai concessionari di slot e vlt «a titolo di preu e di canone concessorio e la facoltà di rateizzazione delle somme dovute consente «all’intera filiera del gioco e ai concessionari di Stato di far fronte all’emergenza di tipo finanziario prodottasi, evitando, importanti ricadute anche sui livelli occupazionali».
Continua a leggere...  

Giochi, Minenna (Adm): “Stratificazione normativa e conflitto Stato-enti locali, serve riforma organica”

«E’ evidente che la stratificazione normativa del settore giochi e la legislazione concorrente tra Stato, Regioni ed enti locali» rendono difficile trovare un equilibrio: «serve un importante ripensamento. Tra le proposte che presentai in parlamento c’era quella di una legge delega di riforma organica». Lo ha ribadito il Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli,
Continua a leggere...  

Decreto Ristori Ter, Servizio Bilancio Senato: “Mancano i dati per verificare le stime degli oneri”

La relazione tecnica del Governo sul Decreto Ristori Ter, che prevede uno stanziamento di 1,45 miliardi di euro per finanziare i contributi a fondo perduto a favore delle imprese più colpite dalle misure restrittive anti-Covid, «si limita a fornire, suddivisi per regione, gli oneri finanziari stimati per ciascuna misura, senza indicazioni delle platee di riferimento
Continua a leggere...  

Giochi, Baretta (Mef): Il 2021 sarà l’anno del riordino, lotta esplicita a ludopatia e illegalità

«Il 2021 sarà un anno impegnativo, con lo sforzo di tutti dovremmo riuscire a completare il riordino del gioco e riuscire a realizzare una condizione in cui il gioco sia considerato normale», con una lotta «esplicita» alla compulsività e alla ludopatia, condivisa con gli operatori, e potenziando il contrasto all’illegalità. Lo ha detto il sottosegretario
Continua a leggere...  

Decreto Ristoro: erogati contributi a sale giochi e scommesse, meno di 5000 euro a ogni attività  

Sono 1.478 le attività di lotterie, scommesse e case da gioco che hanno già ricevuto la prima erogazione automatica del contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Ristoro, per un totale di 7,3 milioni di euro: l’importo medio pro capite è stato pari a 4.986 euro. Come rileva agipronews è quanto riporta una tabella illustrata
Continua a leggere...  

Calcio, Ughi (Obiettivo 2016): “Via libera a sponsorizzazioni aiuterebbe lo sport più del contributo dello 0,50%”

«La reintroduzione delle sponsorizzazioni del betting nel mondo del calcio? Per aiutare lo sport, è molto più utile del contributo dello 0,50% sulla raccolta». Non ha dubbi Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, quando analizza la proposta di Paolo Dal Pino, presidente della Lega Calcio di Serie A, di dare la possibilità alle società
Continua a leggere...  

Slot, Cassazione: Preu non versato, necessario accertare consapevolezza gestore prima della condanna per peculato

Tornerà per un nuovo giudizio alla Corte di Appello di Bologna la vicenda giudiziaria di un gestore di slot machine, condannato per peculato sia dal Tribunale di Rimini che in secondo grado. È quanto ha stabilito la Sesta sezione penale della Cassazione nella sentenza che annulla con rinvio la decisione dei giudici emiliani. L’imputato era
Continua a leggere...  

Decreto Ristoro, Catalfo (min. Lavoro): “Governo pronto a stanziare ulteriori risorse”

«Il Governo è pronto a stanziare altre risorse per eventuali nuovi ristori anche con un “Ristori ter”, eventualmente anche con un nuovo scostamento di bilancio». Lo ha detto la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, a RaiNews24. «Siamo in grado di confermare che tutti saranno aiutati, in questo momento difficile per il Paese: c’è la massima
Continua a leggere...  

De Zolt (Filcams Cgil): “Incomprensibile la chiusura slot e scommesse su tutto il territorio, lavoriamo per un dialogo con il Governo”

Riprendere il dialogo con il Governo per consentire il prima possibile la riapertura delle sale giochi. Luca De Zolt di Filcams Cgil spiega quali saranno i prossimi passi del sindacato a supporto dei lavoratori del settore, di nuovo fermi dopo il lockdown della scorsa primavera. «Già prima del Dpcm del 24 ottobre avevamo condiviso con
Continua a leggere...  

Giochi, Mef: il Covid dimezza le entrate nei primi nove mesi del 2020, 3,2 miliardi in meno

 L’emergenza Covid-19 dimezza le entrate dei giochi nei primi nove mesi del 2020: gli incassi per entrate del bilancio dello Stato da lotto, lotterie ed altre attività di gioco. Riporta agipronews, superano i 2,8 miliardi di euro, di cui oltre 1,6 miliardi arrivano dal prelievo erariale sugli apparecchi. I dati del Conto riassuntivo del Tesoro
Continua a leggere...  

CORONAVIRUS: UGHI (OBIETTIVO 2016) ALL’ADNKRONOS, ‘MAI STATA VISIONE CONCORDATA E STRUTTURATA PER SETTORE GIOCHI’

“Il problema è che il presidente Conte, per tutti gli altri settori, ha ricevuto e ascoltato le varie Confindustria o Confcommercio e così via che, di fatto, sono associazioni ‘controparti’. Nel caso specifico delle scommesse c’è un regolatore che è lo Stato, con l’agenzia Dogane e Monopoli. Io allora chiederei in modo preliminare all’agenzia Dogane
Continua a leggere...  

Coronavirus, Conte alla Camera: stop ai corner di scommesse su tutto il territorio nazionale

A livello nazionale, «interverremo con specifiche misure per rafforzare la limitazione del contagio» prevedendo la «chiusura dei corner adibiti ad attività di scommesse ovunque siano collocati». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Aula alla Camera per le comunicazioni sulla situazione epidemiologica e sulle eventuali ulteriori misure per fronteggiare l’emergenza da Covid-19.
Continua a leggere...  

Slot e vlt, le istruzioni di Adm dopo il Dpcm: sospesa base imponibile forfetaria, slitta il termine di riscossione dei ticket vincenti

Sospensione della base imponibile forfetaria del Preu, della decorrenza del termine di riscossione dei ticket Vlt e del termine per l’installazione dei sistemi di gioco e dei giochi nelle sale videolottery. Queste le istruzioni operative contenute nella circolare dell’Agenzia Dogane e Monopoli in seguito allo stop delle attività di gioco stabilito con il Dpcm del
Continua a leggere...  

ITALIA OGGI – Gioco illegale, buco miliardario

Un mostro invisibile, che sottrae risorse alla collettività, all’industria, all’Erario. E’ il business del gioco illegale, la cui dimensione è stimata in un “range” compreso tra gli 8 e gli 11 miliardi (parole e musica del Dg dell’Agenzia delle Dogane, Marcello Minenna) e i 20 ipotizzati dall’Eurispes, di cui “4 o 5 nel settore online”.
Continua a leggere...  

Dpcm Governo, con chiusura sale giochi altri 600 milioni di euro in fumo per l’Erario: 2020 in rosso per 3 miliardi

Almeno seicento milioni di euro in un mese. E’ quanto costerà allo Stato – in termini di mancate entrate fiscali – la chiusura di sale giochi, agenzie di scommesse, Bingo e casinò fino al 24 novembre, stabilita dal Dpcm firmato oggi dal premier Conte. Nell’intero 2019, il Mef aveva incassato la cifra record di 11,4
Continua a leggere...  

Bozza Dpcm, Ughi (Obiettivo 2016): “Agenzie scommesse discriminate, con la chiusura lo Stato perderà fino a 3,5 miliardi”

«Se fosse confermata la decisione di sospendere le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò sarebbe inappropriata» perchè «non ci sono stati casi e sono state attuate tutte le norme anticontagio previste dai precedenti Dpcm, ma anche previsti dal regolatore Adm». Inoltre con il precedente lockdown «lo Stato ha perso 4,5
Continua a leggere...  

Coronavirus, Ughi (Obiettivo 2016): “Nel Dpcm decisioni incomprensibili, manca la giusta definizione del ruolo dei giochi”

«Quello che mi risulta incomprensibile è come mai il settore non possa avere un’audizione preventiva con l’attuale Direttore Generale dell’Agenzia delle Dogane, che ha evidenziato una buona relazione con il Governo». Esordisce così Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, commentando ad Agipronews le nuove misure anticontagio del nuovo Dpcm del Governo emanato ieri. «Per
Continua a leggere...