UGH_6424

ANSA – GIOCHI: UGHI (OBIETTIVO 2016), BASTA CON LE PRESE IN GIRO

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

«Non si tutelano i cittadini con un cerchietto su una mappa» (ANSA) – ROMA, 3 AGO – «Se il Governo affiderà alle Regioni il tema delle distanze e della distribuzione dei punti gioco dovrà necessariamente pensare anche a un ritorno economico dal settore per gli Enti Locali, altrimenti senza risorse sarà l’ennesimo provvedimento inutile, una presa in giro». È quanto dice ad Agipronews Maurizio Ughi, amministratore unico di Obiettivo 2016, in merito alla bozza di accordo che verrà presentata oggi in Conferenza Unificata. «Così è solo una norma spot, che autorizza a mettere delle frontiere all’interno dello stesso Stato o peggio di uno stesso Comune – dice ancora Ughi – e poi passati i ‘divieti al metrò cosa succede? La tutela dei cittadini non interessa più?». Secondo Ughi sarebbe più razionale «limitare il gioco in zone precise, ritenute di interesse storico, artistico o per altre esigenze di tutela, ma non facendo dei ‘cerchiettì su una mappa. È l’ennesimo tentativo di trincerarsi e di nascondere l’incapacità di prendere provvedimenti saggi». Secondo Ughi il riordino non potrà essere fatto bene senza ascoltare «i gestori e i titolari di punti gioco, a contatto ogni giorno con i cittadini: chi lavora in questo settore vuole una clientela sana, un giocatore che spende irresponsabilmente non è un buon cliente. Se la normativa viene calata dall’alto senza consultazione non funzionerà mai, non avrà efficacia reale. Ma non è detto che l’opinione pubblica possa essere abbindolata ancora a lungo – conclude Ughi – e valuterà in concreto gli effetti di un provvedimento che non ha senso».

(Fonte ANSA).